Black out elettrico, 3 fermati per furto di rame nel Siracusano

L’indagine è scattata dopo la segnalazione della società Enel

(ANSA) – SIRACUSA, 14 SET – I carabinieri della Compagnia di Augusta e gli agenti del commissariato hanno arrestato in flagranza per furto di rame tre catanesi , ai quali è stata poi applicata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza con obbligo di permanenza in casa nelle ore notturne.
    L’indagine è scattata dopo la segnalazione della società Enel di un ammanco improvviso di energia elettrica a punta Cugno. Sul posto i militari hanno accertato che era stata tranciata parte della linea elettrica e portate vie alcune matasse di rame.
    Gli agenti delle volanti, a poca distanza dal luogo dove si trovavano i carabinieri, hanno sorpreso due uomini che armeggiavano lungo il bordo della strada e a qualche metro di distanza un furgone Iveco Daily con le portiere posteriori aperte e due persone all’interno. Alla vista della polizia i primi due uomini sono fuggiti per le campagne; mentre gli altri due a bordo del furgone.
    Dopo un breve inseguimento per le strade il furgone si è fermato ed uno dei due uomini è fuggito. Gli agenti hanno fermato il passeggero, un 19enne originario di Paternò e recuperato 18 matasse in rame.
    A poche decine di metri di distanza, una pattuglia dei carabinieri ha intercettato due autovetture e fermato i due conducenti: all’interno trovate altre 23 matasse di rame.
    Recuperato, nel complesso, un quantitativo di mille kg circa di rame. (ANSA).
   

(fonte Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie