Eddie Murphy, una nuova favola black da raccontare

Il principe Akeem, ora re Akeem, è tornato e ha ancora la faccia di Eddie Murphy, neppure troppo invecchiato. È tornato, dopo 33 anni, per raccontare ancora una volta “una favola all black, un’opera cult” ovvero il sequel de Il Principe cerca moglie dal titolo IL PRINCIPE CERCA FIGLIO (COMING 2 AMERICA), diretto da Craig Brewer e disponibile in tutto il mondo su Amazon Prime Video dal 5 marzo. Ci troviamo ancora una volta nel regno rumoroso e musicale di Zamunda. Re Akeem (Murphy), alla morte del padre, è appena stato incoronato, ma insieme al consigliere Semmi (Arsenio Hall) si trova costretto ad intraprendere un lungo viaggio fino al Queens, il quartiere di New York dove tutto è iniziato. Motivo del viaggio? Akeem ha scoperto di avere un figlio maschio in America di cui non sapeva nulla.

Un ragazzo di nome Lavelle (Jermaine Fowley) da crescere come suo successore. Nel film, tra operazione nostalgia e rinnovamento, tanti membri del vecchio cast come James Earl Jones nei panni di King Jaffe Joffer, Shari Headley (Lisa Joffer), John Amos (Cleo McDowell), Vanessa Bell Calloway (Imani Izzi), Garcelle Beauvais nei panni di Rose e Paul Bates in quelli di Oha. Oltre a Jermaine Fowley, le new entry includono invece Leslie Jones, Tracy Morgan, KiKi Layne, Wesley Snipes, Teyana Taylor e la figlia di Eddie, Bella Murphy. L’obiettivo non dichiarato, ma sottinteso, è quello di eguagliare se non superare il risultato al botteghino de IL PRINCIPE CERCA MOGLIE che nel 1988 volò incassando 288.752.301 dollari a fronte di un budget di 39.000.000 di dollari. “Volevamo riportare tutti indietro all’originale dove la storia si era interrotta.

Era come dire ok, ora dobbiamo tornare da dove la storia si era fermata e ripartire con lo stesso slancio” dice Murphy in collegamento remoto dagli Stati Uniti insieme a tutto il suo cast. “IL PRINCIPE CERCA MOGLIE, l’originale, è stato il primo film nella storia del cinema ad avere successo in ogni parte del mondo con un cast all black. Ci tengo a ribadirlo – sottolinea Murphy – il primo in assoluto nel mondo. E c’è solo una manciata di film con cast tutti black che hanno avuto successo ovunque. In realtà – continua divertito l’attore – questi film potresti contarli su una sola mano e avanzerebbero poche dita, due delle quali sarebbero appunto IL PRINCIPE CERCA MOGLIE e IL PRINCIPE CERCA FIGLIO”. Di cosa parla il film? “Solo di famiglia, amore, ‘fare la cosa giusta’ e tradizione. E tutto questo con incredibili immagini di re, regine e principesse tutte nere. È come se fosse l’unico film fatto dai Black Panther”.

E ancora Murphy : “COMING TO AMERICA è ormai da tempo un film cult. Ad Halloween, le persone si travestono da personaggi del film. E su VH1 (rete statunitense televisiva a pagamento, ndr) hanno messo le musiche di COMING TO AMERICA ventiquattro ore di fila nel periodo di Natale. È insomma un film cult come dimostrano tutte queste cose”. E sempre dall’attore, comico e autore televisivo nato a New York nel 1961, un appello all’attualità: “Questo è il momento perfetto per tornare a Zamunda, perché è da parecchio che non vediamo una bella commedia di cui tutti possono godere. Zamunda – conclude – è un posto molto divertente ed è quello di cui il mondo ha bisogno ora”. Una curiosità: come nel film originale, Murphy non si è certo risparmiato in quanto a ruoli. Ecco chi interpreta oltre Akeem: Clarence, Saul, Randi Watson, Sexual Chocolate, Farmer 2 e Mr. Denson.

(fonte Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie